fbpx

Amrita – Liquor Vitae – Nettare degli Dei: Eiaculazione Femminile

Parliamo di eiaculazione femminile andando un po’ più in profondità.

Anche su questo tema, come per  altri temi che riguardano la sessualità, c’è gran confusione:

ricerche, documentazioni, studi, spesso contradditori e che non passano idee chiare sull’argomento.

Insomma…

Esiste o non esiste questa eiaculazione femminile?

Facciamo qualche passo indietro ed andiamo a vedere se e come l’eiaculazione femminile è presente nelle varie culture antiche in giro per il mondo.

Intraprendendo questo viaggio nel tempo noterai quanta disinformazione vi è ai giorni nostri a riguardo, e quanta distorsione c’è stata e c’è intorno a questo tema, che ha in sè un grande potenziale erotico, sacro e di empowerment.

Liquor Vitae, così l’eiaculazione femminile veniva chiamata nell’Antica Grecia.

Esponenti, medici e filosofi di quel tempo parlano dell’eiaculazione femminile; non solo ne parlano, ma ne dibattono e discutono.
In quei tempi, inizialmente si pensava che entrambi i fluidi di uomo e donna fossero liquidi seminali e che entrambi contribuissero alla creazione della vita. Questi fluidi, chiamati liquor vitae, contenenti essenze vitali, erano considerati non solo ringiovanenti per il corpo, ma essenziali per la creazione della vita.
Le teorie si modificarono, e così il seme maschile divenne il responsabile nel concepimento mentre l’essenza femminile assunse il ruolo di nutrimento fisico del feto.

Dopo questo accenno, andiamo oltre, e passiamo all’ Antica India dove l’eiaculazione femminile diventa:

Amrita  “Il Nettare degli Dei” 

Qui ci potremmo fermare a guardare una statua in un antico tempio Tantrico a Karnataka, raffigurante la sacra “emissione” femminile, e già avremmo diverse risposte al nostro quesito.
Una foto chiara di questa statua la potete trovare nel libro “Spiritual Sex” di Nik Douglas, lì troverete maggiori spiegazioni riguardo ai tre tipi di emissioni femminili, e la loro importanza (più che importanza, trascendenza) e sacralità negli insegnamenti Tantrici.
Nel libro si legge anche che, in alcuni insegnamenti, veniva raccomandato di bere queste emissioni (pratica che prende il nome di amaroli), perchè ricche di ingredienti salutari, ma non solo, amaroli veniva considerata un alto sacramento se eseguita direttamente “dalle labbra della Yoni” al culmine dell’intimità.
Non tralasciamo in questo viaggio nell’India l’antichissimo testo de “Il Kama Sutra” scritto da Vatsyayana in cui l’eiaculazione femminile viene menzionata.

La terza Acqua, siamo nella tradizione Taoista.

Anche qui si parla molto di eiaculazione femminile, in una visione sacra ed essenziale alla vita.
Per il Taoismo, così come nel Tantra dell’Antica India, ci sono tre tipi di fluidi femminili emessi dalla donna durante la danza dell’amore, i quali corrispondono a tre diversi livelli di eccitazione e stimolazione.
Nel libro “Taoist Secrets of Love: Cultivating Male Sexual Energy”, Master Mantak Chia, spiega l’eiaculazione femminile come fluido dell’essere vitale sia per l’uomo che per la donna, inoltre lì troverete altre spiegazioni a riguardo con approfondimenti e relazione con lo Yin e Yang.

Dell’eiaculazione femminile si parla poi anche in Giappone nello Shunga,

qui troverete opere nelle quali l’eiaculazione femminile non solo esiste, ma viene celebrata, ricercata e desiderata.
Anche i Giapponesi consideravano l’eiaculazione femminile un afrodisiaco, con qualità ringiovanenti tali da essere bevuto per la sua presunta abilità di rallentare il processo di invecchiamento.
In alcune xilografie raffiguranti donne che eiaculano, si vedono dei contenitori, utilizzati per raccogliere il liquido per poi poter essere bevuto. Il Dr. Krl Stifter nel suo libro “The Third Dimension of Lust: The Secret of Female Ejaculation” parla più approfonditamente di questo: dei riti, della sacralità e dell’eleganza dietro queste pratiche.

Le Acque di Gaia, questo il nome dell’eiaculazione femminile nelle storie tramandate nella cultura dei Nativi Americani.

Anche qui troviamo la presenza delle tre acque, anche qui l’eiaculazione femminile viene vista salutare, piena di vita e sacra. Per entrare maggiormente in questa cultura e nella sua visione di sessualità, suggerisco di informarsi sul Quodoshka e le sue pratiche altamente trasformative, qui troverete l’eiaculazione femminile prendere anche il nome di “Bacio della Vita”, oltre ad un sacco di altre informazioni che portano la sessualità ed il vivere la sessualità in modo maturo e sacro, al centro di un’evoluzione personale.

 

Ci sono altre culture in cui si parla di eiaculazione femminile, nei vari testi sembra che tanto sia stato nascosto o tradotto non chiaramente.

 

Penso che già queste informazioni date sull’eiaculazione femminile possano far riflettere sulla sua esistenza, sul suo potenziale e sulla necessità di riportare ad una visione più intima e matura anche questo aspetto della sessualità femminile.

 

Giulia

Consulente ed operatrice olistica

Specializzata in sessualità e benessere femminile

0 comments
33 likes
Prev post: La nostra anatomia intima parla di noi e della nostra sessualitàNext post: 2019: passi avanti riguardo il tabù delle mestruazioni

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *